Angeli a cavallo

Oggi voglio presentarvi  una ricetta tipica della tradizione culinaria inglese, che prevede la presenza di ostriche, è  un antipasto di mare dal nome molto poetico, Angeli a Cavallo, il nome allude al fatto che questi molluschi vengono posti sul pane come se fossero a cavallo. Questo antipasto è il classico rompidigiuno, e che può diventare uno spuntino, una cena veloce, o addirittura un primo piatto, a seconda delle occasioni e dell’ ingrediente principale con cui viene preparato. Adesso vi spiego in poche semplici mosse come prepararli

Ingredienti per 4 persone:

20 grosse ostriche
20 fette sottili di pancetta affumicata
10 fette di pancarrè
pepe possibilmente di Caienna

Preparazione:

Aiutandovi con l’apposito coltellino, aprite le ostriche ed estraete delicatamente il mollusco dalle valve. Avvolgete ogni ostrica in una fettina di pancetta affumicata, formando un involtino. Quando avete finito di avvolgere le ostriche, infilzatele su degli spiedini 5 alla volta, fateli rosolare su una griglia rovente, rigirandoli con cura. A qusto punto private della crosta le fette di pancarrè, fatele dorare in forno preriscaldato a 200°C per pochi minuti. Quando saranno dorati, sformate i crostini e tagliateli a triangolo; sfilate gli involtini dagli spiedini e adagiateli con cura sul pane tostato, cospargete con pepe di Caienna e servite con un buon bicchiere di vino come il Sauvignon Bianco dell’Alto Adige.

La variante:

Se doveste avere delle difficoltà a reperire le ostriche, potrete rimediare usando capesante o grosse cozze. Vi raccomando per quanto riguarda il pesce, che sia freschissimo, quindi assicuratevi sempre di acquistarlo da un pescivendolo di fiducia che vi indichi la provenienza e la freschezza.

Buon appetito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.