Cantine aperte 2006: un personale resoconto della giornata

Cantine aperte 2006Con un po’ di ritardo, un breve resoconto del giro per le cantine salentine durante Cantine Aperte 2006, manifestazione promossa dal Movimento Turismo del Vino.
Il caldo della giornata inviterebbe piú a fare un giro al mare anziché per cantine. Nonostante questo, abbiamo avuto occasione di visitare diverse cantine.
La prima a Carmiano: la Cantina Petrelli era a me sconosciuta, lo ammetto. Ma il loro vino mi é piaciuto, soprattutto il Don Pepe’.
A Salice Salentino, invece, abbiamo visitato due cantine alquanto famose: Leone De Castris e Masseria Monaci. Ma mentre il primo é stato deludente per quanto riguarda l’accoglienza, proponendo solo tre vini (un bianco, un rosso ed un rosato), e neanche i migliori (“no, questo é qui solo per esposizione”…), Castello Monaci si é distinto per aver fatto le cose veramente per bene, offrendo non solo tantissimi vini, ma anche un piacevolissimo accompagnamento fatto di focaccia di patate, pittule ed altre specialitá alimentari della zona. Senza dubbio, entrambi i posti sono veramente piacevoli, ed anche i rispettivi vini sono apprezzati. Ma l’ospitalitá ha la sua importanza…
Lí vicino, a Guagnano, siamo stati presso la Cantina Cantele, che giá conoscevo abbastanza bene, e che anche questa volta si é dimostrata all’altezza, sia con ottime degustazioni e accompagnamenti gastronomici, sia con un bel tour guidato di tutta la cantina.
Per finire, a Cellino San Marco, abbiamo visitato la Cantina Due Palme, dove producono l’ottimo “Selvarossa”.

Un appunto finale lo faccio a tutte queste cantine, ora che, scrivendo questo post, ho notato la cosa visitando i loro siti: ma é proprio necessario tutto quel Flash? E se uno volesse semplicemente poter visitare un sito usabile?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.