Uno sguardo al mondo del vino: dal turismo enogastronomico alle tendenze nel bicchiere

Mi piace l’idea del turismo enogastronomico, quindi volentieri ho accolto la richiesta di una nostra visitatrice, dopo aver visitato il sito che desiderava presentare. Le ho chiesto una descrizione che vi riporto nel seguito. Buona lettura e buona visita, se decidete di farci un giro.

Ciaoooo!

—————————————————–

Uno sguardo al mondo del vino: dal turismo enogastronomico alle tendenze nel bicchiere.

 

Il piacere della tavola incontra il piacere di scoprirne il territorio, per un mix di arte, cultura e archeologia, questo l’identikit del turismo enogastronomico.

Un settore in crescita che ha visto un forte incremento negli ultimi 10 anni in relazione al notevole aumento degli enoamatori che vivono la vacanza come un percorso tra i sapori.

Il mercato chiede? Il settore risponde. In pochi anni fioriscono Agriturismo, Wine Bar, Catene Specializzate, Cantine e tutte quelle strutture ricettive e ricreative che rappresentano un’esperienza irripetibile in onore di Bacco e del nettare degli Dei.

Ma quanti sono gli ENOAMATORI e soprattutto chi sono?

Si stima che in Italia i "devoti" ai viaggi in onore di Bacco siano circa 6 milioni, di età compresa tra i 26 e 45 anni, leggono guide e riviste specializzate, frequentano enoteche e wine-bar partono per weekend alla scoperta di territori ricchi d’arte, storia, ambiente, cercano e consumano in maniera sempre più crescente etichette di qualità
24 milioni sono i consumatori italiani stabili di vino e 16 milioni hanno disponibilità a casa di uno stock di vini.

Si incrementa il consumo di vino come aperitivo e come fattore di socializzazione (300 milioni di euro il fatturato dei Wine Bar).
Si ricerca una forte identificazione di vino e regione di appartenenza con una rivalutazione dei vini autoctoni e con un forte sviluppo del turismo enogastronomico
Molto ricercati sono i vini più eleganti e morbidi con una preferenza per i bianchi e le bollicine. Il prosecco la fa da padrone.

2000 etichette Italiane che si fanno strada nel mondo con una tradizione ed un’esperienza ormai consolidate.
I produttori di Uva n Italia sono 810mila e la produzione italiana di vino rappresenta il 18% della produzione mondiale e 30% di quella comunitaria, con 50,6 milioni di ettolitri.
Le aziende puntano sul connubio tra territorio e tipicità dei vitigni, sulla ricerca continua di nuovi sapori e vitigni di qualità, tendenza questa che si ripercuote anche sul settore turismo: Vino e cibo italiani sono una delle principali motivazioni di viaggio verso il nostro Paese.
Questa l’anima degli Italy Wine Hotels, gruppo di alberghi votati alla valorizzazione della vacanza che va di pari passo con i piaceri del palato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.