La barbera di Gianluigi Orsini

Guai a chiamarlo “il barbera”. “Si chiama la barbera” – precisa subito Gianluigi Orsini, che ho appena conosciuto.
Siamo nell’ufficio di Corrado che mi ha simpaticamente organizzato questo incontro con un produttore di vini rossi e bianchi. Presentazioni e saluti, quindi lasciamo Como per andare a pranzo in un ristorante in collina, dove Gianluigi ha già fatto arrivare sei bottiglie da assaggiare mangiando.

Sperimentazione. Di questo si parla per quasi tutto il tempo. Gianluigi, infatti, applica il suo amore per il vino nella sperimentazione continua di metodi che gli consentano di produrre quegli elisir che la sua mente rincorre. Non solo vino, ma oltre. Vino con sentimento.

Parliamo di moscato vinificato femo e secco, di barbera fresca e mai passata nel legno, di barbera barricata che si trasforma in un vino più aristocratico. “Con la barbera” – ci dice – “puoi farci di tutto. Maturo e nuovo, fermo e mosso”.

Ne fa tante di prove, il nostro amico. “Sentire le esperienze degli altri è importante, ma provare da sé è un’altra cosa” – afferma convinto, com’è convinto quando spiega perché lui preferisca comprare le barrique nuove invece che usate, per poi rivenderle subito se non gli piacciono.

Il tempo passa velocemente, troppo. Il lavoro ci aspetta, quindi ritorniamo in New Works ripromettendoci di organizzare un giro a vedere le vigne e le cantine.

Ahhh….curiosi, volete sapere cosa abbiamo bevuto?

  • Lieto remore: un moscato bianco barricato, tutt’altro che dolce e frizzante. Un bell’esperimento che assaggiamo con gli antipasti.
  • La Tridesca: una barbera vivace e fresca, prodotta con un ciclo senza legno.
  • La bimba: una barbera barricata che non sfigurerebbe affianco a vini blasonati.
  • L’orsoGigi: una barbera chinata dal sapore di altri tempi.

Per quanto riguarda i due amici:

  • Gianluigi Orsini è il titolare dell’omonima azienda. Il sito è www.gianluigiorsini.com
  • Corrado Misenti dirige la New Works, un’azienda che si occupa di web design e integrazione di sistemi a Como e provincia.

Un commento su “La barbera di Gianluigi Orsini”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.