Vino rosso, ma giovane!

Dalle uve nere nascono non solo rossi da invecchiare ma anche vini da stappare per accompagnare i piatti di tutti i giorni.
Ad esempio quale vino scegliereste per accompagnare una carne delicata come l’arrosto di vitello? Senz’altro un vino rosso!!
Ad una condizione però, che sappia rispettarla, cioè non deve prevaricarne il gusto,quindi lo sceglieremo fresco,giovane e immediato.
A questo punto sorge una domanda, chi decide se un vino va bevuto giovane? A deciderlo è il vino stesso, o meglio le sue uve.
Il vino rosso è prodotto lasciando macerare il succo d’uva (mosto) con le bucce; queste colorano il mosto di rosso e lo arricchiscono
di molteplici sostanze tra cui i tannini, che all’assaggio appena spillato può risultare sgraziato, allappante, astringente, cioè ricorda il gusto
di un frutto acerbo o di un carciofo crudo. Questo gusto, che “lega la bocca”  (conferito dai tannini) con la maturazione e l’invecchiamento, rende
il vino piu gentile ed aggraziato, quindi tale maturazione può durare pochi mesi o molti anni. Alcune uve, come il Nebbiolo, ricchissime di tannino producono
vini da invecchiamento, altre come il Merlot originano rossi sia da invecchiare ma anche piacevoli da giovanissimi.
Tornando al nostro arrosto di vitello, meglio non stappare un Nebbiolo giovane,quanto piuttosto un Merlot, vino morbido e gradevole fin da giovanissimo.
I vini rossi giovani si possono abbinare non solo ai piatti di carne, ma anche a quelli di pesce, come ad esempio “la zuppa di pesce alla livornese”, accompagnata da un Chianti giovane e vivace. Questo vale anche  per altre zuppe marinare, per accompagnare delle grasse anguille o saporite triglie, oppure per accompagnare pesci d’acqua dolce come il pescegatto, o quelli conservati come il baccalà e lo stoccafisso. I rossi giovani inoltre si abinano, a tutte le carni bianche e rosse, dal cappone bollito alle grigliate. Si sposa bene anche con le paste ripiene di carne (ravioli, cappelletti,agnolotti, lasagne e cannelloni), alle paste all’uovo condite con sughi e ragù di carni ed anche a formaggi saporiti.

Un commento su “Vino rosso, ma giovane!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.