I disciplinari di produzione: il peperone di Senise

Delle pecche dei disciplinari di produzione se ne parla, ma mai abbastanza.
Per esempio, parliamo del disciplinare di produzione del peperone di Senise IGP.

Questo disciplinare dispone che
“il prodotto secco si deve presentare:
– in ‘serte’ o ‘collane’ di lunghezza variabile da 1,5 a 2,0 metri, […]
– in polvere[…]”

Provo a spiegare meglio: le serte devono essere di lunghezza variabile tra il metro e mezzo e i due metri. Questo significa che se io, produttore di peperone che coltivo e lavoro a Senise, commercializzo una collana lunga, ad esempio, 180 centimetri, potrò chiamarlo “Peperone di Senise”. Se invece la serta la taglio in due, il peperone non è più di Senise.

Non ho capito…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.