Burro ai gamberi

Ottenuto dalla sostanza grassa del latte per centrifugazione meccanica o per affioramento, fatto poi solidificare per sbattimento nella zangola (apposito strumento). Nella nostra cucina, il burro, ha numerosi utilizzi, può essere impiegato in ricette sia dolci sia salate, spalmato sul pane o tartine, o lavorato con altri ingredienti, questi sono i burri composti. Oggi voglio parlarvi proprio di questi ultimi. I burri composti possono fungere sia da base per preparazioni complesse sia, come ingrediente principale. Vediamo come prepararli a casa in modo facile e veloce, naturalmente sceglierete del burro ottimo, dal colore uniforme e dal profumo non troppo acidulo.
Fate ammorbidire il burro a temperatura ambiente, quindi lo lavorerete con gli ingredienti prescelti, che siano: salumi, pesci o erbe aromatiche, sminuzzati  , frullati o pestati al mortaio. Il burro cosi ottenuto va posto in frigo fino al momento dell’utilizzo. Potete lasciare il burro nella ciotola di preparazione oppure potete porlo in uno stampo rettangolare se volete servirlo in tavola, o se preferite potete dargli una forma cilindrica, in questo caso occorrerà mettere il composto su un foglio di carta  forno, arrotolatelo nella carta e con le mani date la forma e lo spessore desiderato, lasciate il burro avvolto nella carta e ponetelo in frigo.
Qui sotto potete trovare una ricetta d’esempio per le dosi:

Burro ai gamberi

100 g. di burro ammorbidito a temperatura ambiente.
100 g. di gamberetti o code di gambero.
Sale q. b.
Procedimento
Sgusciate i gamberetti e privateli del filo nero. Scottateli per 2 -3 minuti in acqua bollente, asciugateli delicatamente con un panno di stoffa e tritateli finemente. Mettete il burro in una ciotola insieme ai gamberi e il sale, amalgamate il tutto aiutandovi con un cucchiaio di legno. Ponete in frigo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.